FLYING AWAY rappresenta una metafora: elementi zoomorfi planano in un campo per portare nuova luce, creando relazioni e confronto sul territorio. L’installazione diventa quindi l’occasione per ricordarci l’importanza di una comunità, dove condivisione e collaborazione sono elementi centrali.

Un gioco di forme e colori, nel quale solo nelle ore serali gli elementi prendono vita, stagliandosi nella penombra. Una rappresentazione tangibile di come un gruppo di persone legate a un progetto, mantengono la propria personalità (i colori di sera) in un contesto unitario (il bianco di giorno).

 

Buongiorno Mattino di Leandro Barsotti | durata 01:07

 

PRESS:

Flying Away di Panzarini installata al Venezia di F. Franchin il mattino di Padova > link

Abano e Montegrotto, speso un milione di euro per le luminarie alle Terme di F. Franchin il mattino di Padova > link

Le “statue di luce” animano la zona termale: la nuova installazione di Emmanuele Panzarini di G. Fusar Poli PadovaOggi > link

 

CONTEST:

E’ stato chiesto ai clienti del Hotel, che per più di un mese hanno potuto ammirare l’opera, che cosa rappresentava per loro l’installazione FLYING AWAY. Al termine del concorso, una giuria interna, formata dalla Direzione e dall’artista, ha votato le risposte più suggestive che sono state premiate con un pacchetto benessere.

Le frasi vincitrici sono:

Ecco le luci, i colori della gioia, di festa, bianco di giorno, colorato di sera, colori d forme combacianti fra loro, colori in continuo cambiamento , persone, aerei, pinguini. Dilemma per me. Scopri così l’accoglienza dell’hotel.
Natascia R.

Windsurf: uomini e donne si sono fermati con le loro vele nella felice e serena baia dell’hotel Venezia prima di volare via con il vento e le onde.
Liudmila K.

Sinceramente non ne ho la più pallida idea, ma vorrei vincere il premio così porto mia nonna che ha l’artrosi.
Cristian O.

 

Di seguito vengono riportate una selezione tra le 200 risposte ricevute.

Una suggestione per stimolare a riflettere, a sognare.
Gabriela Madalina B.

Uomini: vele colorate gonfie del forte vento della vita navigano in un mare verde di speranze.
Patrizia R.

Un colorato ed inaspettato abbraccio che ti accompagna all’interno di un mondo incantato.
Steven T.

Un gioco di forme e di colori che prende forma nel calare della sera coinvolgendo l’osservatore in un vortice sincronico coinvolgente.
Elena B.

Schegge di ghiaccio cadute sulla madre terra di giorno, nella notte roventi fiamme che si innalzano da essa.
Sonia G.

Una flotta di velieri pluricolorati per distinguersi nell’intensa azzurro-verde del… mare d’erba.
Daniela B.

La capacità di volare senza peso, senza motore, annullando la forza di gravità e ritrovarsi in pace con se stessi!
Franco B.

Donne e uomini che dalla terra aspirano a vivere con maggior leggerezza il tempo presente volando sulle ali della libertà.
Massimo P.

Uniti, uguali, ci muoviamo, cambiamo ma tutti insieme operiamo per stare in pace tra noi.
Pierfrancesco P.

Popoli, uomini diversi, che si muovono nel mondo uniti da un unico progetto: il bene comune.
Paola A.

Forme e colori diversi esprimono il vero significato dell’esistenza terrena. La convivenza tra i popoli diversi per colore o razza.
Gabriella P.

Uno stormo di uccelli che di sera si illuminano con colori diversi, esprimono un senso di serenità collettiva.
Desiree P.

Per me quest’opera rappresenta la libertà che ognuno di noi è libero di andare, fare e dire la sua propria opinione.
Daniel G.

I pensieri che come vele seguono la spinta delle idee, e non c’è colore che tolga importanza ad ognuno di essa.
Alessandro S.

Vaghiamo fluttuando nell’infinito cielo. Il fato traccia le rotte della nostre vite.
Michele G.

Una regata di vele multicolori nel caldo mare termale di Abano.
Antonio G.

Lo spirito non competitivo di chi affronta la vita godendo di ciò che la natura offre.
Teresa M.

Quest’opera rappresenta dei pesci, che emergono dalla laguna di Venezia. Pesci che cercano di richiamare la bellezza della natura sott’acqua.
Gaia B.

Delfini che giocano nel mare termale di Abano Terme.
Liliana S.

Quando cammineremmo sulla terra dopo aver volato, guarderemmo il cielo perchè è la che vorremmo tornare.
Cinzia B.

L’arrivo sella terra della speranza come le rondini che portano luci e riflessi di una vita rinnovata.
Marta D.

Spensieratezza ma allo stesso tempo essere liberi di pensare di volare con l’immaginazione.
Manuel R.

La libertà di scegliere sempre in quale direzione andare.
Francesca G.

Rappresenta un’esibizione di nuovo sincronizzato di dolcissimi delfini.
Ketty C.

Nella vita bisogna viaggiare per scoprire e imparare molte nuove cose. Per ampliare il nostro bagaglio culturale nella nostra vita.
Betty C.

A me rappresenta diversi viaggi. Che di vita ne abbiamo solo 1 e dobbiamo godercela fino all’ultimo.
Woltgang G.

Un acquario con pesci multicolori, un pò come il nostro mondo abitato da razze diverse…
Franco B.

La natura ed il mondo animale con esplode e vince sul contesto urbano! molto bella.

Sandra I.

Il mutare continuo di ombre e colori della vita.
Giancarlo P.

Sorretti da sottili fili in equilibrio su una linea immaginaria, quando tutto è buio, portati da luci colorate una schiera di alati consegnano pensieri dove le parole non possono arrivare.
M87

I pensieri assumono colori che prendono sfumature diverse e leggere, le guardi con uno sguardo mutato e le lasci volare lontane da te.
Daniela S.

Quant’è bella giovinezza che sfugge tuttavia chi vuol essere lieto sia del doman non c’è certezza.
Alen C.

Per me è semplicemente un sogno bellissimo ed emozionante! Un segno tangibile che dalla desolazione può nascere qualcosa di meraviglioso che da speranza nel futuro.
Elfriede A.

 

supporto fotografico di Giacomo Ravenna